L’olio

Un vecchio racconto di cui nemmeno ricordavo l’esistenza. Mi sembra un buon modo per “punire” la mia piccola … ma è solo l’inizio. 

​Lei entrò in bagno mentre stavo facendo la toeletta mattutina.
“Ti posso mettere io l’olio sulla barba?” mi chiese. Era una richiesta insolita, ma mi piace quando mi accarezza il viso.
“Hmhm, va bene” risposi io fingendo indifferenza.
Lei prese allora la boccetta, premette il dosatore versandosene su una mano alcune gocce, se la sfregò con l’altra per distribuirselo uniformemente sui palmi, poi mi accarezzò la barba frizionandola con delicatezza. È davvero bello sentirsi toccare da lei.
Quando ritenne di aver fatto un buon lavoro, si fermò.
“Uhm … sono ancora scivolose …” borbottò strofinandosi le mani. “… profumiamo anche sotto …” aggiunse, e me le infilò dentro ai boxer. Le sue dita agili, calde, lisce e morbide che mi massaggiavano lo scroto non mi lasciarono indifferente, e lei, sentendo che l’uccello mi stava diventando duro, lo afferrò delicatamente e cominciò a menarmelo fino a farmelo diventare bello dritto. Le sue mani oleate scivolavano meravigliosamente, e sapeva come accarezzarmi la cappella.
“Tesoro, mi stai facendo venire … e sarebbe un peccato sprecare in questo modo una così bella erezione, non credi?” le mormorai io eccitato.
Lei, sorridendomi maliziosa, si sedette sul lavandino e allargò le gambe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...